Ospedale San Raffaele di Milano

Ospedale San Raffaele | Non c'è cura, senza ricerca.

CODICE FISCALE 07636600962

CODICE FISCALE 07636600962

Ospedale San Raffaele di Milano

Ospedale San Raffaele | Non c'è cura, senza ricerca.

Ospedale San Raffaele di Milano

Non c'è cura, senza ricerca.

I successi della Ricerca

Clicca su un’area di ricerca e scopri di più

diabete La ricerca del San Raffaele

La ricerca del San Raffaele si caratterizza come innovativa e all'avanguardia. La sua missione è migliorare e accrescere la conoscenza sulle malattie, identificare nuove terapie a beneficio dei pazienti e creare l’ambiente più favorevole alla crescita di giovani scienziati e giovani medici.


Diabete torna su

Scoperto legame tra diabete di tipo 1 e profilo batterico intestinale

I ricercatori hanno dimostrato che i pazienti con diabete di tipo 1 hanno un particolare profilo di infiammazione del duodeno, il primo tratto dell’intestino, associato a una popolazione batterica anomala. La scoperta corrobora la connessione tra l’origine del diabete di tipo 1 e l’infiammazione intestinale.

L’attività scientifica del San Raffaele Diabetes Research Institute (DRI) ha come obiettivo principale la cura e la prevenzione del diabete (sia di tipo 1 sia di tipo 2) e delle sue complicanze. Con una squadra interdisciplinare di ricercatori di base e clinici, che lavorano insieme per favorire lo scambio di informazioni dal laboratorio al letto del paziente e viceversa, il DRI ha già raggiunto importanti risultati: è tra i pochi centri al mondo in grado di eseguire il trapianto di isole pancreatiche (le cellule che producono insulina nel pancreas) per il trattamento del diabete di tipo 1 refrattario alle normali terapie o nel caso in cui il pancreas sia stato asportato per altre malattie.



Malattie neurologiche torna su

Scoperto il ruolo del sistema nervoso periferico nella progressione della SLA

I ricercatori hanno identificato numerosi geni espressi in modo anomalo nelle cellule del sistema nervoso periferico (i nervi) di chi soffre di Sclerosi Laterale Amiotrofica, già a partire dalle fasi precoci della malattia. La scoperta getta nuova luce sul ruolo, spesso trascurato, del sistema nervoso periferico nello sviluppo della SLA e identifica alcuni possibili target terapeutici.

Lo studio dei meccanismi molecolari e genetici alla base delle malattie neurodegenerative è uno dei filoni di ricerca principali della divisione di Neuroscienze dell’Ospedale San Raffaele e il suo ruolo è propedeutico allo sviluppo di terapie, sia farmacologiche che a base di cellule staminali, per il trattamento di queste patologie (quali le demenze, la Sclerosi Laterale Amiotrofica, parkinsonismi, Sclerosi Multipla). Altri importanti filoni di ricerca riguardano: i meccanismi biologici coinvolti nello sviluppo del cervello e che ne possono determinare, se alterati, il malfunzionamento; lo sviluppo di innovative terapie per malattie neuromuscolari come le distrofie; e l’utilizzo di sofisticate tecniche di neuroimaging (TC, RM e PET), utili a capire meglio le alterazioni alla base dei disturbi del sistema nervoso.



Malattie genetiche torna su

Testato in laboratorio un farmaco anti-colesterolo per le neuropatie genetiche

I ricercatori hanno dimostrato, in un modello sperimentale, l’efficacia di un farmaco anti-colesterolo per combattere delle neuropatie genetiche molto aggressive caratterizzate da eccessiva produzione di mielina, la guaina che riveste i nervi e ne garantisce il corretto funzionamento.

Lo studio dei meccanismi molecolari alla base delle malattie genetiche, ovvero di quelle patologie legate alla presenza di specifiche mutazioni del DNA, e di innovative terapie farmacologiche e cellulari per combatterle, è una parte fondamentale del lavoro dei medici e ricercatori dell’Ospedale San Raffaele. Se ne occupano numerose unità, parte di diversi centri e divisioni di ricerca, a seconda della natura di queste patologie e dell’approccio utilizzato: dagli studi genomici e molecolari per identificare il ruolo di geni specifici, alla messa a punto di nuovi test diagnostici, fino allo sviluppo di terapie molecolari o cellulari innovative per sconfiggerle.



Tumori torna su

Testata a livello sperimentale una terapia genica contro le metastasi al fegato

I ricercatori hanno scoperto come convertire alcune cellule del sistema immunitario, normalmente richiamate verso il tumore, in veicoli per geni anti-tumorali capaci di sconfiggere le metastasi al fegato prodotte dai tumori del colon-retto. I promettenti risultati, per ora ottenuti nel modello sperimentale, aprono la strada a futuri studi clinici.

Comprendere come potenziare il nostro sistema immunitario, “armandolo” per riconoscere e combattere i tumori, è uno dei filoni di ricerca più importanti dell’Ospedale San Raffaele. L’interazione multidisciplinare tra ricercatori e medici è il presupposto per migliorare la comprensione dei meccanismi patogenetici dei tumori (sia solidi sia ematologici) e per sviluppare nuove strategie diagnostiche e terapeutiche sempre più personalizzate. Il cancro, infatti, è un insieme di molte malattie diverse tra loro, che richiedono approcci mirati e competenze sempre più specialistiche da parte degli operatori sanitari. Negli anni i risultati ottenuti dai gruppi di ricerca di base hanno aperto la strada allo sviluppo di nuove strategie terapeutiche, alcune delle quali sono già in fase di sperimentazione clinica.



Malattie infettive torna su

Scoperto il meccanismo con cui alcuni virus sfuggono al sistema immunitario

I ricercatori dell’Ospedale San Raffaele hanno osservato per la prima volta e in vivo i meccanismi attraverso cui virus simili all’HIV, all’Epatite B e C evadono la risposta del sistema immunitario. Lo studio aiuterà a progettare migliori vaccini e strategie terapeutiche.

Comprendere lo sviluppo e la funzione del sistema immunitario in condizioni normali e patologiche è uno dei filoni su cui si focalizza la ricerca scientifica della Divisione di Immunologia, Trapianti e Malattie Infettive del San Raffaele. Lo scopo dei ricercatori è quello di svelare le basi molecolari e cellulari delle malattie immunologiche e definire terapie originali e innovative. Infezioni virali come quelle responsabili di epatite B, epatite C, AIDS, influenza o SARS o infezioni batteriche come la tubercolosi, sono tra i campi principali a cui infettivologi e immunologi dedicano i loro sforzi, insieme allo studio delle malattie autoimmuni e al ruolo del sistema immunitario nella lotta ai tumori.



Restiamo in contatto

Tel: 02 2643 4461
Fax: 02 2341 7386
E-mail: 5xmille@hsr.it

Hai scelto di darci il tuo 5XMILLE?

Mandaci i tuoi dati, saremo lieti di ringraziarti!

Scarica il
promemoria
5xmille San Raffaele

Il mio 5 per mille all’Ospedale
San Raffaele di Milano
Codice Fiscale: 07636600962

Ospedale San Raffaele di Milano GSD